Privacy Policy News Archivi - Elmas Software

CATEGORIA

News: Attivazione servizi web AdE per i Corrispettivi Telematici

Da oggi invio dei corrispettivi senza Registratori Telematici.

Vi riportiamo qui la news che abbiamo ricevuto da Eutekne, che riteniamo possa interessarvi.

Eutekne.info, 30 luglio 2019. Nella giornata di ieri l’Agenzia delle Entrate ha attivato i nuovi servizi web utilizzabili per l’invio telematico dei corrispettivi nella c.d. “fase transitoria”. In particolare, tali servizi sono ora utilizzabili dai soggetti IVA che, pur essendo obbligati all’invio dei dati dallo scorso 1° luglio, ai sensi dell’art. 2 comma 1 del DLgs. 127/2015, non si sono ancora dotati dei registratori telematici.

Come chiarito con circ n. 15 del 29 giugno 2019, fino alla messa in uso dei suddetti strumenti tecnologici, e comunque non oltre il 31 dicembre 2019, i soggetti sopra richiamati possono continuare a certificare le operazioni mediante scontrino o ricevuta fiscale e annotare i corrispettivi sull’apposito registro di cui all’art. 24 del DPR 633/72; tuttavia, per beneficiare della moratoria delle sanzioni prevista per il primo semestre di applicazione dell’obbligo di memorizzazione e trasmissione dei corrispettivi (art. 2 comma 6-ter del DLgs. 127/2015), questi sono comunque tenuti a inviare in via telematica i dati richiesti entro l’ultimo giorno del mese successivo a quello di effettuazione delle operazioni.

A tal fine, dunque, con provvedimento n. 236086/2019, l’Agenzia ha individuato specifiche modalità di trasmissione dei dati per le quali non è necessario l’utilizzo dei registratori telematici.

Per leggere tutta la news clicca sul pulsante qui sotto.

Scarica il documento

News AssoSoftware: Informativa sui Corrispettivi telematici

Vi riportiamo il testo integrale della “Informativa sui corrispettivi telematici” inviata da AssoSoftware l’11 luglio 2019 ad Elmas Software, in quanto socia dell’Associazione nazionale produttori di software gestionale e fiscale.

Cari Soci,

dal 1° di luglio, come è noto, è partita la fase 2 della fattura elettronica, ma contemporaneamente, forse un po’ in sordina, si è dato avvio anche alla seconda riforma prevista dalla Legge di Bilancio 2019 per combattere l’evasione fiscale e cioè l’invio obbligatorio dei Corrispettivi Telematici per i soggetti che attualmente rilasciano scontrino o ricevuta fiscale.

Le informazioni non sempre complete diramate in questi giorni dagli organi di stampa ci impongono di fare chiarezza rispetto a quanto sta succedendo e quale, a nostro avviso, sarà l’evoluzione e l’impatto di questa innovazione nei prossimi mesi.

Parliamo innanzitutto di un obbligo che da subito coinvolge i soggetti con più di 400.000 euro di fatturato (nelle stime circa 260.000) e, da gennaio 2020, tutti gli altri soggetti (più di 1 milione), e che prevede che i corrispettivi siano trasmessi all’Agenzia delle Entrate entro 12 giorni dall’effettuazione tramite un’apparecchiatura dedicata (Registratore Telematico o RT) che risponde ai requisiti di immodificabilità e sicurezza dei dati gestiti e trasmessi fin dalla loro origine. In alternativa all’uso del sistema RT, è possibile utilizzare l’apposita applicazione dell’AdE, disponibile sul Portale dell’Agenzia, e per specifica previsione normativa potranno essere individuate anche altre modalità ora non disponibili.

Il ritardo nella fornitura e installazione dei nuovi RT e le proteste degli operatori attualmente non dotati di registratori di cassa che rilasciano ricevuta fiscale hanno spinto il Legislatore ad approvare con il “Decreto Crescita” una sorta di “moratoria” di 6 mesi dall’obbligo durante i quali gli operatori possono continuare a certificare i corrispettivi come prima (scontrino e ricevuta fiscale) e trasmettere i dati entro il mese successivo con delle modalità semplificate che l’AdE ha rese note con uno specifico Provvedimento il 4 luglio scorso.

Sono state previste 3 modalità di invio dei corrispettivi per il periodo transitorio (fino a dicembre 2019 per i soggetti obbligati dal 1° luglio, fino al 30 giugno 2020 per i soggetti obbligati dal 1° gennaio 2020):

  • la prima prevede l‘Upload dal sito Fatture&Corrispettivi di files giornalieri secondo il tracciato dei “tipi corrispettivi” utilizzato dai sistemi RT;
  • la seconda il data entry dei dati direttamente dal portale Fatture&Corrispettivi;
  • la terza l‘invio massivo dei corrispettivi utilizzando le modalità e il tracciato della Comunicazione Dati Trasfrontalieri (ex “Dati Fattura”) secondo le convenzioni previste dalle specifiche tecniche allegate al Provvedimento.

La raccolta e trasmissione dei Corrispettivi può avvenire sia da parte dei soggetti obbligati (imprese che effettuano la vendita del bene e rilasciano scontrino o ricevuta fiscale), sia per il tramite degli intermediari fiscali che possono operare in nome e per conto dell’esercente, estraendo i dati direttamente dalle registrazioni contabili effettuate ai fini IVA. Considerati i tempi stretti (prima scadenza 31 agosto) e le difficoltà operative di estrarre i dati dai vecchi registratori di cassa, supponiamo che l’adempimento nella fase transitoria sarà principalmente a carico degli intermediari secondo la modalità “dati fattura” già ampiamente collaudata e conosciuta nei suoi aspetti operativi che di seguito ricapitoliamo:

  • come detto, la predisposizione dei flussi può essere effettuata partendo dalla contabilità IVA con l’avvertenza che si tratta di dati giornalieri e quindi eventuali registrazioni IVA cumulative (tipicamente per i soggetti in contabilità semplificata) dovranno essere esplose per singolo giorno;
  • i files devono quindi essere firmati digitalmente dal soggetto obbligato o dall’intermediario fiscale usando una firma qualificata o il certificato Entratel disponibile su Desktop Telematico o Entratel Multifile. Con questi ultimi strumenti, i files possono essere anche controllati (sulla questione della firma c’è un dibattito in corso con AdE per permettere l’uso della firma massiva degli HUB, come per la fattura elettronica);
  • successivamente, si può procedere all’invio telematico tramite upload dal sito Fatture&Corrispettivi o utilizzando un intermediario tecnico accreditato al SdI (Hub), secondo le modalità già in uso per la fattura elettronica.

È evidente che questo periodo transitorio di 6 mesi rappresenta una semplificazione e un’opportunità per chi non è ancora dotato di un Registratore Telematico, ma anche un aggravio di lavoro per tutti, operatori, intermediari e software house che devono gestire in tempi brevissimi un nuovo adempimento. Premesso che sono state già evidenziate le difficoltà di trasmettere entro il 31 agosto i dati del mese di luglio (sul punto è già in fase di predisposizione una richiesta di slittamento al 30 settembre per l’invio accorpato di luglio e agosto), l’accordo con AdE prevede che durante la fase transitoria, sia individuata una modalità alternativa all’uso dei sistemi RT che possa essere gestita unicamente tramite software applicativo, in particolar modo per i soggetti che attualmente rilasciano la Ricevuta Fiscale. Su questo punto è già operativo un tavolo di lavoro con l’AdE che dovrebbe portare dei risultati già nel mese di settembre, in modo da poter poi predisporre i necessari adeguamenti software entro il mese di dicembre 2019.

Sperando di avervi fornito informazioni utili, colgo l’occasione per salutarvi cordialmente.

Roberto Bellini
Direttore Generale AssoSoftware

Iscriviti ai nostri corsi GRATUITI e diventa RAO

Elmas ha pensato ad una serie di soluzioni che potrai offrire direttamente in Studio, così potrai arricchire il portafoglio dei tuoi servizi e raggiungere più facilmente questi obiettivi.

Siamo quindi lieti di invitarti ai nostri corsi formativi GRATUITI in cui potrai scoprire come trasformare il tuo Studio in un’attività sempre più digitale:


Rilascia SPID effettuando il riconoscimento dei clienti di persona, direttamente in Studio.


Per rilasciare le firme digitali in Studio è sufficiente accedere alla Dashboard ed avere il lettore Smart Card.


Da un’unica piattaforma puoi creare e gestire, in completa autonomia, tutte le PEC dei tuoi clienti.


Scopri i vantaggi del Welfare così saprai consigliare i tuoi clienti anche su questa tematica.

PORDENONE – martedì 4 giugno – dalle 09:30 alle 12:30
UDINE – giovedì 6 giugno – dalle 09:30 alle 12:30
TREVISO – martedì 11 giugno – dalle 09:30 alle 12:30

La partecipazione al corso dà diritto all’abilitazione per il rilascio di SPID e della firma digitale.

http://www.elmas.net/iscrizione-corsi-rao/

Vorresti far decollare il tuo business nell’era digitale?


Digitalizzazione dello studio professionale. Si sente tanto parlare di questo argomento ma in concreto quale strada deve percorrere un professionista per mantenere il suo Studio competitivo in un mercato sempre più digitale?

Partiamo da un punto fondamentale: . Data la complessità dell’argomento “digitalizzazione” è però auspicabile affidarsi ad un partner di fiducia, con una consolidata esperienza nel settore e che abbia dei canali privilegiati di accesso alle informazioni, in modo da non essere solo costantemente aggiornato sulle ultime novità normative, ma anzi che le sappia anticipare.

Questi i di intraprendere e le relative per supportarti in questo processo.


Si parte sempre dalle persone. Se tu sei propenso alla digitalizzazione, non è detto che i tuoi dipendenti e collaboratori lo siano altrettanto, pertanto diventa fondamentale formarli in modo che siano coinvolti nel processo e che condividano la tua stessa visione.
 Stiamo organizzando diversi , sia gratuiti che a pagamento, per formare il personale del tuo studio e per permetterti di essere ancora più competitivo nel mercato digitale.


Tutta la digitalizzazione ruota attorno alla tecnologia, ma questo non si riduce solo al passaggio al digitale, ma comporta uno sforzo maggiore e più a lungo termine, ovvero ripensare a tutti i processi all’interno dello studio.
La conservazione digitale dei documenti ad esempio, non significa solo non avere più documenti stampati bensì ripensare il modo in cui viene gestita la documentazione all’interno dello studio.
Possiamo supportarti nell’ o adeguamento .
Inoltre, , sia dei prodotti esistenti che di nuovi prodotti. Grazie all’utilizzo delle tecnologie più all’avanguardia, potrai così gestire al meglio i flussi di lavoro nel tuo Studio.


La digitalizzazione non è solo un nuovo modo di lavorare ma è anche un’opportunità per introdurre nuovi servizi. Potrai così essere per i tuoi clienti non solo “il consulente fiscale” ma una figura di riferimento, che suggerisce nuovi modi di snellire il lavoro o benefici che portano vantaggi concreti alle aziende (es. welfare aziendale).
Abbiamo pensato a una serie di così potrai arricchire il portafoglio dei tuoi servizi ed al tempo stesso fidelizzare la tua clientela.

FATTURAZIONE ELETTRONICA. Ultimi chiarimenti da ASSOSOFTWARE

Molto spesso si sente parlare di data ora ricezione o data ora consegna ma non è ben chiaro a cosa corrispondano. Ci ha pensato AssoSoftware, con la collaborazione dell’ADE, a chiarire questi due concetti, che riteniamo possano esserti utili.

DATA/ORA RICEZIONE DA PARTE DELLO SDI (T0, secondo le specifiche tecniche)
• Corrisponde alla data in cui lo SDI acquisisce il file fattura (con le differenze tra PEC, SDICoop e SDIFTP).
• Corrisponde alla “data ricezione” presente nelle ricevute _RC (consegna) o _MC (indisponibilità recapito) inviata al mittente.
• Corrisponde alla “data accoglienza” presente nel file “metadati.xml” disponibile su F&C.
• Il corrispettivo nei gestionalI Elmas corrisponde alla data SDI.

DATA/ORA CONSEGNA AL DESTINATARIO (T1, secondo le specifiche tecniche)
• Corrisponde alla data nella quale il file fattura è consegnato al destinatario (con le differenze tra PEC, SdiCoop e SDIFTP).
• Corrisponde alla “data consegna” presente nella ricevuta _RC (consegna) inviata al mittente.
• Corrisponde alla “data consegnata il xx/xx/xxxx” presente a video su F&C.
• Corrisponde alla “Data ricezione” sulle fatture passive di F&C (così denominata sul Portale “F&C”, colonna della tabella riassuntiva di tutte le fatture).

Buona Pasqua dal team Elmas

Considerate le importanti scadenze di fine mese, Elmas ha deciso di restare al fianco dei propri clienti anche in occasione del periodo pasquale e delle successive festività.
Queste sono le variazioni al nostro servizio di assistenza:
venerdì 19 aprile i nostri servizi di Assistenza telefonica saranno attivi solo la mattina dalle 08:30 alle 12:30;
venerdì 26 aprile i nostri servizi di Assistenza telefonica saranno garantiti ma con personale ridotto.

Cogliamo l’occasione per augurare a tutti voi una Buona Pasqua.

Pubblicata la circolare dell’AdE con i chiarimenti sulla Legge di Bilancio 2019 e le novità fiscali.

E’ stata pubblicata oggi, 10 aprile 2019, la circolare numero 8 dell’Agenzia delle Entrate.

Come riportato nel comunicato stampa dell’Agenzia delle Entrate, questa circolare fa il punto sulle novità fiscali contenute nella legge di Bilancio 2019 e risponde ai dubbi degli operatori.

Tra i temi trattati, le proroghe delle detrazioni fiscali per le spese di ristrutturazione edilizia, efficienza energetica e acquisto di mobili, la nuova disciplina dell’iper ammortamento e il Cloud computing, la definizione agevolata dei debiti tributari per i contribuenti in difficoltà economiche e il riporto delle perdite per i soggetti Irpef.

La circolare n. 8/E di oggi, che tiene conto anche delle risposte fornite dalle Entrate ai quesiti della stampa specializzata, illustra inoltre le novità su credito d’imposta ricerca e sviluppo, incentivi per l’acquisto di veicoli elettrici e infrastrutture di ricarica. Focus anche sulla soglia di accesso all’interpello nuovi investimenti e sull’estensione del regime di adempimento collaborativo nel caso di società partecipanti a Gruppi Iva.

Leggi il comunicato stampa completo dell’Agenzia delle Entrate.

Leggi la circolare 8/E del 10 aprile 2019.

Scopri i vantaggi del Welfare Aziendale al nostro seminario gratuito del 20 marzo a Pordenone

Partecipa al nostro seminario informativo gratuito “WELFARE AZIENDALE. Opportunità per i professionisti. Vantaggi per aziende e dipendenti”.

Il Welfare Aziendale è uno strumento che sta riscuotendo successo per i benefici contributivi e fiscali e per il clima di soddisfazione e benessere aziendale che genera: il datore di lavoro non paga i contributi a carico della ditta sulle primalità, nel caso in cui siano erogate con lo strumento del welfare, mentre i dipendenti non subiscono le trattenute contributive e fiscali.
Quindi il Welfare Aziendale dà forza e benessere all’impresa perché offre vantaggi sia all’azienda sia ai dipendenti.

Per i Professionisti invece il Welfare Aziendale è un nuovo strumento e una nuova opportunità per arricchire il proprio portafoglio di servizi da offrire ai clienti, non solo alle grandi aziende ma anche alle piccole e medie imprese.

Vista la complessità e la delicatezza della materia, il Professionista assume un ruolo strategico perchè, grazie alle sue competenze normative e fiscali, sarà colui in grado di guidare le PMI nella scelta di attivare un piano di welfare aziendale, cogliendone appieno i vantaggi, e allo stesso tempo sarà fondamentale nella costruzione di un piano che sia personalizzato sulla base delle specifiche esigenze dell’impresa.

Per illustrare i reali vantaggi del Welfare Aziendale Elmas Software è lieta di invitare professionisti, aziende e dipendenti, al seminario informativo gratuito “WELFARE AZIENDALE. Opportunità per i professionisti. Vantaggi per aziende e dipendenti” che si terrà:

  • mercoledì 20 marzo a PORDENONE – dalle 09:00 alle 13:00 – presso Pordenone Fiere;

Il seminario è aperto  a tutti ed è gratuito.

L’evento è realizzato in collaborazione con l’Ordine dei Consulenti del Lavoro e l’Ordine dei Dottori Commercialisti ed Esperti Contabili di Pordenone. La partecipazione a questo seminario dà diritto al riconoscimento dei crediti previsti per la Formazione Professionale Continua dei Commercialisti e dei CdL.

 

PROGRAMMA DETTAGLIATO:

dalle 08:30 Accoglienza e registrazione partecipanti

09:00  Il welfare come strumento per la riduzione del cuneo fiscale e contributivo (costo ditta=netto dipendente).

  • Il welfare aziendale e i vantaggi per la ditta e i dipendenti.
  • Welfare puro e welfare da conversione pdr (detassazione).
  • Le fonti di attivazione del welfare puro: regolamento aziendale, contratto collettivo aziendale, CCNL.
  • La messa a disposizione del credito welfare aziendale alla generalità dei dipendenti – categorie dipendenti con lo strumento del regolamento;
  • Gli assi del welfare e le opportunità del TUIR:
  1. c/ditta ai fondi di assistenza sanitaria;
  2. c/ditta previdenza complementare;
  3. art 51 c2 lettera f tuir(es.: voucher palestra/cinema/viaggio);
  4. art 51 c2 lettera f bis  tuir (es.: rimborso asilo nido figlio/rimborso retta universitaria figlio);
  5. art 51 c2 lettera f ter tuir (es.: rimborso badante che assiste genitore anziano o non autosufficiente);
  6. art 51 c2 lettera f quater(contributi c/ditta rischio non autosufficienza-beneficiario dipendente);
  7. art 51 c2 lettera d bis-abbonamento trasporto pubblico locale regionale interregionale con beneficiario dipendente e familiare a carico;

rimborsi esenti di oneri detraibili e deducibili (es. rimborso asilo nido) e impatti in Cu;

il welfare degli amministratori;

Intervento a cura del Dott. Roberto Vinciarelli – Consulente del Lavoro, Analista Normativo, Esperto di Welfare Aziendale.

11:00 Come strutturare un buon piano di Welfare Aziendale. Metodologie e strumenti per l’attuazione.

Intervento a cura del Dott. Angelo Grippaldi – Responsabile commerciale di Welfarebit specializzata in Welfare.

11:30 Il Welfare come strumento di conciliazione Sindacato/Impresa e valorizzazione dei territori.

Intervento a cura di Salvatore Federico – Segretario Nazionale Filca-Cisl (Federazione Italiana Lavoratori Costruzioni e Affini).

12:00 Come integrare la gestione del Welfare Aziendale nell’attività dello Studio e dell’Azienda.

Intervento a cura di Pierluigi Daniel – Responsabile Reparto Paghe di Elmas Software.

12.30 Domande e Risposte
13.00 Chiusura lavori.

 

ATTENZIONE: Si consiglia di arrivare mezz’ora prima dell’ora indicata in modo da effettuare la registrazione all’evento.

 

Per iscrizioni e maggiori informazioni clicccare il seguente link: http://www.elmas.net/iscrizione-seminari-welfare-aziendale-20-e-21-marzo-pn-ud-tv/

ELMAS SOFTWARE S.p.A. a socio unico